Spaparanziamoci

Ecco, ora cominciamo a ragionare. Lentamente, ma cominciamo a ragionare.

Immaginatevi la scena: spaparanzati sul divano, davanti alla TV da 42 pollici, Apple TV accesa.

Con un agile swipe attivate l’airplay del vostro iPhone per riprodurre sul grande schermo il nuovissimo gioco appena scaricato. Applicate il joypad fisico al telefono (una semplice connessione fisica, senza dover impartire comandi via bluetooth o altro), e cominciate a giocare. La console da viaggio diventa istantaneamente una console casalinga, più potente di qualsiasi Nintendo 3DS e quasi con lo stesso potenziale in termini di giocabilità.

Tutto questo, dopo vari tentativi incerti (ho avuto anch’io in passato dei gamepad compatibili con Android ed iOS, ma funzionavano da cani: il bluetooth a volte non si connetteva, ed i comandi a disposizione erano ridicoli), sta per diventare realtà. E’ di questi giorni infatti l’annuncio del primo vero gamepad compatibile con iOS7, e che quindi ne sfrutterà per intero il potenziale: ma il Moga in questione è solo l’inizio. Tutti gli incerti mockup delle altre aziende produttrici presto prenderanno una forma concreta ed invaderanno il mercato.

La loro parte i produttori l’hanno fatta, e sicuramente l’ha fatta anche Apple (escludendo il leggero lag di AppleTV, che mi auguro verrà eliminato): ora spetta agli sviluppatori software adattare i giochi a questa nuova forma di interattività. In effetti, al momento i giochi pienamente compatibili sono pochi: Bastion è sicuramente uno dei migliori della categoria, seguito a ruota da Limbo, DeadTrigger2, OceanHorn e qualche altro. Non basta: l’App Store è famoso per la quantità immensa di giochi a disposizione, e dunque sarà necessario rimboccarsi le maniche per rendere l’offerta davvero valida. E’ chiaro che i giochi pensati espressamente per il touch non potranno essere adattati ai nuovi gamepad (penso ad esempio a Infinity Blade, ma anche a World of Goo o Machinarium, tra i tanti), ma d’altro canto molte software house potrebbero trarre grande giovamento da questo nuovo approccio. Ad esempio, io ho sempre odiato i comandi touch scelti da Gameloft. E poi, in futuro, chissà cos’altro riserverà AppleTV: qualche nuova forma di interattività potrebbe riprodurre sulla TV direttamente i movimenti della mano, un po’ come facciamo attualmente toccando il display dei tablet e degli smartphone, e soprattutto come facevamo in passato con Wii.

Chi ha detto Kinect?

Schermata 2013-11-19 alle 16.57.44

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...