Il paradosso dei phablet

Il mondo tecnologico cambia sempre più velocemente, ma la tendenza che sembra non passare mai di moda è quella del creare i dispositivi “all in one“. L’incremento nelle vendite dei cosiddetti phablet – o, per usare una terminologia un po’ più umana, degli smartphone giganti – è un forte sintomo di questo trend: la gente ha voglia di comprare qualcosa di tecnologicamente nuovo e completo, ma non vuole spendere troppo. Perché dunque comprare un telefono ed un tablet, se si può avere tutto in un colpo solo? Quest’ultima domanda si potrebbe ampliare anche a molti altri ambiti multimediali, pur tenendo presente che la maggior parte delle persone non li considera: un phablet può infatti potenzialmente fungere anche da navigatore, da e-reader, da console.

Il problema è che nella maggior parte dei casi interessa soltanto accedere a Facebook, telefonare, e mandare qualche SMS: in questi casi quindi un phablet, paradossalmente, è già troppo per l’utente medio.

Tuttavia la mia riflessione non si rivolge a questa utenza, ma a tutti coloro che comprano un prodotto per sfruttarlo fino in fondo, ed a questi domando: avete trovato il dispositivo perfetto per ogni evenienza, o certe azioni risultano più comode su dispositivi pensati esclusivamente per tali azioni? Mi riferisco alle feature di cui parlavo prima: i navigatori, gli e-reader, i videogiochi, ma anche la fotografia, la scrittura, l’editing video ecc.

In effetti, quando fu presentato iPhone nell’ormai lontano 2007, lo smartphone del futuro doveva rappresentare semplicemente l’unione di telefono, iPod e browser Web. Poi è arrivata la fotocamera, sono arrivati i videogiochi, gli iBooks, e tantissime altre cose, ma spesso (dal mio punto di vista) appaiono come delle forzature al progetto originario. Dopo 6 anni, mi sento in grado di tirare le somme ed ammettere che, sì, il mio Kindle Paperwhite e il mio Nintendo 3DS restano ancora una spanna sopra per quanto riguarda la loro controparte utilizzabile su iPhone5. D’altro canto avrei potuto benissimo parlare di Nexus4, o Lumia 925, o Samsung Galaxy Tab, perché il discorso in realtà non cambia: hanno tutti delle funzioni secondarie meno piacevoli da utilizzare. Un discorso a parte riguarda la fotografia: da questo punto di vista effettivamente gli smartphone hanno aperto la strada ad una diversa filosofia di utilizzo e di creazione.

Ma stiamo andando nella direzione giusta, con tutti questi all in one?

ebook-reader-nintendo-ds

Annunci

1 Comment

  1. Pingback: Alla ricerca della portatilità di qualità | News, polemiche e recensioni dal mondo tecnologico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...