Il tempo della mela

Non si può certo dire che il futuro di Nintendo sia ben delineato: il motivo, fondamentalmente, è che manca una visione a lungo termine.

Dopo aver dominato il mercato dei videogiochi negli anni ’80 – ’90, e parzialmente anche più tardi, Nintendo cominciò a confrontarsi con potenze impreviste… sempre più impreviste.

Il primo problema fu la forza bruta delle console “next generation” presentate da Sony e Microsoft. Già questo rappresentò un grave bruciore di stomaco per loro (soprattutto se pensiamo che la prima Playstation nacque proprio come “costola” indesiderata dagli ingegneri e dagli investitori della casa di Super Mario), un’occasione perduta di rapportarsi con un target videoludico diverso, meno votato al gameplay e più interessato a rimanere stupito da super grafiche poligonali, rendering di classe, e colonne sonore di qualità CD. Io, da inguaribile sostenitore di Zelda e Mario, non ho mai cambiato bandiera solo per provare l’ebbrezza di un po’ di splatter, fucilate, e giochi di ruolo da 70 ore, ma capisco perfettamente che aprirsi anche ad altre esigenze, più sensazionalistiche e vuote, non avrebbe fatto male a nessuno. Il credo “religioso” in genere ha vita breve e finisce per scadere nel bigotto.

Il secondo problema fu l’avvento di AppStore Apple su iOS: migliaia e migliaia di giochi casual, spesso gratuiti, alla portata di tutti, talvolta confezionati benissimo, e riscaricabili su qualsiasi dispositivo connesso ad un medesimo ID. Il boom dell’era digitale/immateriale, pagando l’unico scotto di rinunciare alle confezioni ed ai libretti illustrativi (che personalmente adoro e reputo un grande valore aggiunto), spostò tutta l’attenzione dei videogiocatori dai negozi ai divani di casa.

Nintendo solo nell’ultimo anno ha cominciato a mettere qualche cerottino sulle proprie ferite, ma il mio presentimento è che ormai l’emorragia sia inarrestabile. Wii U sta cercando di presentare qualche titolo serio, talvolta gore/splatter, per acciuffare quella parte di pubblico che Wii al massimo riuscì a galvanizzare grazie a Mad World. Ma i giochi sono pochi e bruttini (Colonial Marines anyone?), e la console ancora non è stata recepita come una novità assoluta. 3DS, che comunque sta facendo affari interessanti grazie alla versione XL ed alla rosa di titoli originali, tenta di vendere anche in digitale grazie al Nintendo eShop, ma la filosofia Apple non è stata recepita al meglio: il sistema di acquisto è macchinoso, non esiste un cloud efficace come su iOS, i prezzi sono troppo elevati (a quel punto continuo a comprare la confezione col libretto, no?).

Lo so che è brutto da dire, sembra quasi blasfemo, ma… qualche gioco Nintendo su iPad non mi dispiacerebbe affatto, e ho come il presentimento che non dispiacerebbe neanche a qualche altro milione di videogiocatori, casual o meno. Sega su AppStore sta facendo ottimi affari, ma è entrata in questo particolare mercato solo per disperazione: Nintendo avrebbe invece il tempo di entrarci nel pieno delle sue forze e facoltà, e procedere così ad una transizione del tutto graduale. Significherebbe inginocchiarsi davanti al nemico, significherebbe rinunciare un po’ alla giocabilità che da sempre è un suo marchio di fabbrica (sempre che non si aggiunga qualche pad fisico esterno ai tablet), ma significherebbe anche aprirsi ad uno dei mercati più grandi del momento.

Caro Presidente Satoru Iwata, ci pensi: il tempo delle console ormai è agli sgoccioli, e girare la testa dall’altra parte non servirà a salvarvi.

Ora che stanno per uscire perle del calibro di Animal Crossing e Zelda… vogliamo darci una mossa?

wiiipadgames04012010580

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...